PREGHIERE DI DON GUANELLA

TUTTE LE PREGHIERE DI DON GUANELLA

preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, benedicimi ancora. Io vi desidero, io vi desidero. Cuore del mio Gesù, io voglio entrare nel tuo cuore e non staccarmi mai più. Copri con il sangue del tuo cuore l'anima mia e rendila pura affinché io possa comparirti davanti in paradiso. O paradiso mio, o Dio mio, io ad altro non aspiro che a voi. O dolce Cuore del mio Gesù, fate che io vi ami sempre più.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, ho commesso colpe di superbia. Ho consumato le perversità dei sensi. Mi sarei meritato le carceri, gli schiaffi, tante percosse. Le flagellazioni e la croce mi sarei meritato per i miei peccati. E tu, o Gesù, mi avete usata misericordia. Come posso io pagare il debito per tanto male, e tu, o Gesù, sei entrato garante e hai pagato con sovrabbondanza. O mio Gesù, tu mi hai redento ed io voglio essere tutta una vostra creatura. Abbi pietà di me, di me che tu, o Gesù, hai redento con il tuo sangue.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O quando anche l'anima mia vi vedrà faccia a faccia, o mio Dio e mio Signore? Mi conforta il ricordo della tua pietà, o mio Gesù. Mi conforta il considerare le tenerezze del tuo cuore. Io ti prego e tu mi salverai, o Signore. Io metterò avanti i miei poveri passi e tu sarai sostegno alla mia debolezza, o mio Gesù. Che io sia salvo, mio Salvatore, che io sia sicuro in cielo per i tuoi meriti.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
Gesù, anche io aspetto e sono certo che verrà anche la mia rinascita. Intanto aspetterò con desiderio. O mio Gesù, mandami, se vuoi, il combattimento di Gerusalemme, mandami la battaglia del Calvario e intanto assistimi con la tua santa grazia. Ma consolami presto con il trionfo della mia immutazione, perché lo so che la mia gioia sarà grande solo quando potrò rassomigliare a te, Gesù, risorto trionfante e immortale dal sepolcro.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Cuore del mio Gesù! Capisco adesso come è proficuo ascoltare le preghiere del tuo Cuore. Che sprovveduto fui a farti aspettare fino ad ora. Ora sei con me. Stai per sempre con me. Che bello per me stare con te! Che gioia sedere alla mensa che mi prepari. Quando, o Signore, siederò alla tua mensa in paradiso?
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Cuore santissimo del mio Redentore, voi con tanto affetto palpitate per me, ed io con affetto così scarso penso a te. Ma io voglio un essere buon soldato per voi. Armatemi, o Signore. Luce alla mia mente, coraggio al mio cuore. Io voglio essere uno di quei soldati che si chiamano generosi e che appartengono al battaglione della morte. Si chiamano così perché sono là a difesa del proprio sovrano come dei fanti perduti, e sia che vivano o sia che muoiano sono contenti purché siano di giovamento alla maestà alla quale si sono consacrati. Gesù mio, se un cuore di uomo si dona così per un re terreno, io mi voglio consacrare così per te, sovrano celeste, che risorto e trionfante vivi, regni e comandi nei secoli dei secoli.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Cuore adorabile del mio Gesù! Cosa faccio io su questa terra se non ardere del tuo santo amore? O mio Gesù! Io guardo con compassione al luogo del tuo sepolcro e poi voglio piangere: "La carità di Gesù Cristo mi obbliga". Intanto io voglio vivere venendo a te fino a che mi farai la grazia di morire ancora per te.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù mio, attiratemi a voi. Attiratemi con tutti i sentimenti del mio cuore. Vorrei strappare a qualunque costo anche solo una fibra sola del mio cuore se sapessi che non palpita per te. Ma lo so che non potrei farlo senza il tuo aiuto. Attiratemi, o mio Gesù, Attiratemi tutto. Lo so bene io, il mio cuore è inquieto finché non riposa interamente accanto al tuo cuore.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, che per amore mio ti sei immolato sull’altare della croce, ti confesso, vero Dio, vero uomo e mio vero padre.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, io invoco dal tuo Cuore santo la fortezza per combattere. Dal tuo Cuore divino imploro la gloria del trionfo. Lo so, lo so, le tue promesse sono scritte anche per me. O Cuore di Gesù, datemi subito il talento per un combattimento, chiedetemi la gloria di un trionfo.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Cuore adorabile del mio Salvatore, come mi spiace di avervi offeso con tanti miei peccati, come mi duole d'avervi oltraggiato con tanti discorsi stolti! Meritavo di essere abbandonato, ma tu non mi lasciasti e io ve ne rendo gloria. Ah, sempre, sempre sul mio labbro risuoni la lode del tuo nome, perché a salvarmi fosti tu a prezzo del tuo preziosissimo sangue.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, anch'io voglio essere vittima. Sarei beato se fossi reso degno di essere immolato per la tua gloria! Ma io sono un peccatore troppo grande. Perdonatemi, o Gesù, e datemi il vostro aiuto perché io valga almeno ad offrirvi come olocausto le opere pie, sacrificio di sante sofferenze.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, lo so, lo so. La più grave sciagura che mi possa toccare è quella di offendere la vostra maestà. Come sono stato ingrato fino ad ora! Ma non lo sarò più. Anch'io voglio impegnarmi con zelo per la vostra gloria, perché un figlio che non si adopera per l’onore dei suoi genitori è una creatura irriconoscente ed un peso inutile su questa terra.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, fai santo anche me. Tu mi indichi una via facile per seguirti. Non avere paura degli orrori degli uomini e sorridere delle loro maledizioni: ecco la via vera per elevarsi. Ma io sono così debole. Gesù, benedicimi tu, spargi nel mio povero cuore un briciolo di quella forza divina che è nel tuo cuore, ed io sarò salvo.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, sii buono verso i tuoi figli. Sii sempre benedetto, o Signore e padre che ci ami! Mandaci quante volte vuoi un calice di amarezza, ma insieme facci trovare il conforto della santa rassegnazione. Così sarà un calice semplice qualsiasi tormento della vita. Sia fatta la tua volontà, o Padre. Sia fatta la tua volontà.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Cuore di Gesù, mostrati anche a me. Appari a me con la potenza della tua grazia. Mostrati con il buon influsso delle tue ispirazioni sante. Buon Gesù, tu per amore ti trasfigurasti nel presepio, per amore al Tabor, per amore ti trasfigurasti al Calvario delle sofferenze, al sepolcro della risurrezione. Per amor mio ti trasfigurasti nel Santissimo Sacramento dell’altare, ma io quando per amor tuo mi impegnerò a trasfigurarmi in te imitando le tue sante virtù? Offrimi il tuo aiuto, o Cuore di Gesù, mio salvatore.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, usami pietà affinché in eterno io possa cantare le tue misericordie.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, parla al mio cuore. Fammi comprendere la verità delle tue parole: "Il mio giogo è soave e il peso mio è leggero", e fai che sempre sdegni di inchinare il dorso al giogo del mondo, al peso di Satana. Abbi pietà di me e fammi presto vedere le consolazioni che hai disposto per quelli che ti seguono con il giogo della tua santa legge, con il peso dei tuoi santi Consigli.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, accompagnatemi nella solitudine. Io desidero staccarmi dalle cose terrene e attendo solo che tu mi chiami. Parlami di me e della mia salvezza eterna. Parlami di te e del tuo amore santissimo. Come il pesce guizza nelle sue acque e come l'uccello nell'aria, così io voglio vivere conversando con voi che siete l'elemento del mio vivere, l'aria pura del mio respirare.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)
preghiera a Gesù Cristo
guanella_gesucristo.jpg
O Gesù, padre e maestro, l'effetto della tua parola e del tuo esempio rimanga per sempre nel mio cuore. Io voglio essere paziente, voglio essere umile di cuore. Questo è il massimo che posso raggiungere su questa terra. Questa è la virtù alta che mi prepara alla gioia del paradiso. Eterno Padre, vi prego per il Cuore incarnato di Gesù, fate che io sia sempre mite di cuore, di sentimenti umili fino alla fine.
Da “Nel Mese del fervore” (1884)