Dio Padre misericordioso

don luigi GuanellaDon Guanella sa di trovarsi davanti al Dio infinito, sommo oltre ogni balbettìo di pensiero, fonte suprema e sintesi di tutto ciò che nell'universo è bellezza, bontà, intelligenza, amore, forza, potenza... Nei suoi scritti il egli ama contemplare Dio attraverso i segni delle creature: sovente si scioglie in canti penetrati di poesia.

don luigi GuanellaNulla però è paragonabile alla rivelazione della paternità di Dio. Questa verità in don Guanella diventa più che una certezza di fede; si trasforma in esperienza vissuta con immediatezza. In unione con Cristo, sente vicina e piena d'amore la presenza del Padre; vive di lui con atteggiamento filiale. Le tappe della sua esistenza gli appaiono comprensibili unicamente alla luce della paternità di Dio; origine, infanzia, giovinezza, sacerdozio, ricerca delle vie della Provvidenza, notti e giorni plasmati di silenzi, impulsi interiori ed improvvise chiarezze... acquistano davanti ai suoi occhi il valore di una storia disegnata conforme all'immagine del Figlio suo, il Primogenito di molti fratelli.

don luigi GuanellaAnche lui si comprende come figlio chiamato alla vita per amore, cercato con una grazia sproporzionata a ciò che noi siamo. Attesi se lontani, abbracciati e perdonati nel ritorno a casa, sempre siamo sostenuti e avvolti dalla sua energia creatrice di Padre. Un Padre misericordioso, che viene in soccorso all'uomo incapace ed abbattuto. Un Padre che si china sul suo bambino, lo solleva da terra e lo porta all'altezza del suo volto con tenerezza infinita. Un Padre, il cui amore scorre come invisibile meraviglia nell'intimo delle cose e degli eventi: sole, pioggia, monti e torrenti, greggi e messi dei campi, gigli e passeri, non sono cose morte, ma creature del Padre, segni e doni di Lui, anch'esse amate, guardale e trovate "buone" come all'alba della creazione.