L'INFANZIA

Papà e Mamma di don Guanella Caterina e Luigino giocano
Campodolcino chiesa parrocchiale Campodolcino: chiesa parrocchiale

Luigi Guanella visse a Fraciscio la sua infanzia fino ai dodici anni accanto ai genitori e ai fratelli e sorelle. Una vita caratterizzata da profondo spirito di fede, dallo studio, dalle faccende domestiche, alla scuola, dal lavoro della campagna a quello di pastorello sugli alpeggi di Motta e dell’Angeloga.

 

Bambino allegro e vivace, a volte un po’ spericolato, giocando con la sorella Caterina, era solito impastare terra e acqua dicendo: «Quando saremo grandi faremo così la minestra ai poveri».

 

Il 30 giugno 1849, a sei anni, ricevette la cresima, dal vescovo Carlo Romanò nella parrocchiale di Campodolcino; l’8 aprile 1852, nel giorno della sua prima comunione, sull’altura di Gualdera, il piccolo Luigi ha quasi una predizione della sua missione: in un momento di solitudine, egli ricorda «nel suo cuore si svolgeva un paesaggio di soave dolcezza, quasi di paradiso, che lo persuadeva a forti propositi di bene».

Conosci maggiormente don Guanella in "Ritratto di un Santo" (Italiano - English - Español - Portuguese)